III edizione

Volontà di crescere

Pubblicato il 19 luglio 2003Ferrrara

Lo scritto del Direttore Responsabile, sul numero, scorso (pg. 4), pone importanza FONDAMENTALE alle scelte da effettuare in sede di pianificazione territoriale e non solo.

L'aspetto "Kennediano" (...non chiedetevi cosa può fare il vostro Paese per voi ma cosa potete fare voi per il vostro Paese ... J. F. K. ) contenuto nella lettera va sottolineato in quanto l'esigenza e la disponibilità di fare qualcosa per la nostra città. ed il nostro territorio si scontrano con delle istituzioni, per ora, ancora un po' troppo accentratrici.

Uno dei mezzi di diffusione e reperimento delle notizie oggi maggiormente utilizzati è sicuramente il grande archivio della rete informatica (leggasi "Internet" ...), anche se i frequentatori e gli utenti abituali della rete sono comunque un numero relativamente ridotto rispetto alla totalità della popolazione.

In seguito a questa constatazione e per puro spirito di sperimentazione mii sono collegato ad un paio di motori di ricerca e digitando semplicemente Ferrara + musica ho ottenuto una vasta serie di collegamenti; tra Comune, Airci, Ferrara sotto le stelle, ecc .... la mia attenzione è stata catturata da un "portale" (un "posto che apre dei collegamenti verso altri posti"... mi perdonino i tecnici ma una descrizione migliore non la ho trovata...) ad indirizzo... che si è presentato subito come orientato in particolar modo alla "Ferrara vivibile"; la mia attenzione è stata catturata però dal collegamento ad un "JIULIANEO ACUSTIC THEATRE".

Sono stato quindi indirizzato ad una pagina consultabile in cui viene presentato un progetto architettonicamente compiuto, di un vero e proprio teatro, capace di qualche centinaio di posti. Maggiormente incuriosito ho iniziato a leggere un documento depositato per la libera consultazione: APPUNTI SULLE MOTIVAZIONI ed ho realizzato quanto segue: il progetto nasce in seguito alla scomparsa tragica e prematura di Giuliano Baroni, un giovane di grande cultura e sensibilità artistica.

In considerazione delle attività culturali portate avanti nella sua vita (al momento della scomparsa Giuliano aveva 26 anni), la scelta per l'investimento dei fondi che saranno elargiti dall'assicurazione quale risarcimento, si è indirizzata alla realizzazione di una piccola, ma completa struttura culturale educativa quale un teatro all'aperto nella tradizione romana.

Nell'intenzione, la stessa dovrebbe essere il più possibile accessibile ai giovani, nel tentativo di far emergere i talenti inespressi che sicuramente sono presenti nella nostra realtà che non hanno trovato lo spazio necessario alla valorizzazione delle proprie capacità. Musica e prosa dovrebbero essere le attività da svolgere nella rigorosa tradizione classica cioè suono acustico, senza quindi l'ausilio di particolari aiuti elettronici.

All'interno dello stesso documento è riportato anche il seguente:

dagli editoriali della 'PIAZZA MUNICIPALE' a firma del sindaco Gaetano Sateriale si riscontra: nel primo (n. 3/2001 pag. 5) una forte propensione alla cultura e un grande desiderio di rendere gradevole e ospitale la città, "... buoni contenuti culturali e sociali che siano occasione di arricchimento e crescita individuale, opportunità di svago e di incontri in un clima di festa e socialità". Dove però "notiamo ancora uno scarso coinvolgimento dal punto di vista economico da parte dei privati ... si pensi cosa si potrebbe organizzare se solo si attivasse una sinergia positiva pubblico/privato dove la compartecipazione di quest'ultimo... cominci ad essere significativa in termini economici,

Nel secondo (n. 4/2001 pag. 3) il desiderio di mettere al centro delle relazioni umane le piazze “... come luoghi di socialità in una città da vivere con piacere e in sicurezza... “Un'attenzione particolare vogliamo riservare, infine, alle piazze delle periferie. Che spesso non sono nemmeno vissute come tali perché del tutto prive di qualsiasi arredo e cura. ... la Giunta sta approntando un piano di intervento in grado di dare, entro i prossimi anni, una piazza degna di questo nome ad ogni quartiere dell'oltremura cittadino. In questo caso dovremo supplire con un attento arredo fatto di verde, illuminazione e strutture ai limiti alla qualità architettonica del contesto." Come non condividere l'asserzione finale: " .... le piazze sono prima di tutto luoghi di incontro e di scambio fra le persone. Se riusciremo a far rivivere anche le piazze delle periferie avremmo fornito una occasione in più di socializzazione anche ai cittadini che non hanno il privilegio di abitare nel centro storico."

In questo contesto IDEALE, si pone la attività della costituenda Fondazione Julianeo: libera associazione di privati che hanno presentato il progetto per la realizzazione di un Teatro (avete letto bene: a Ferrara ci sono dei "pazzi" che hanno già a disposizione i finanziamenti per la costruzione di un teatro... e lo vogliono costruire per davvero!!!).

Come riportato su un piccolo collegamento all'interno della pagina, la Fondazione ha intenzione di estendere le attività alla ricerca Universitaria attraverso un bando di concorso da promuovere tra le facoltà di Architettura, Ingegneria ed Accademia delle Belle Arti per approfondire il tema della piccola struttura teatrale .... appare chiaro come il sito in questione rivestirà grande importanza per gli sviluppi e gli aggiornamenti futuri ... Si è scelto di utilizzare la forma della fondazione, senza scopo di lucro, avente quale scopo lo sviluppo, la promozione e la diffusione dell'esercizio musicale/parola.

Se tutto ciò non vi pare sufficiente, sappiate che la Fondazione è già attiva sul territorio Ferrarese allo scopo di diffondere il progetto: sono già stati realizzati un concerto di sensibilizzazione (speriamo che ci sia la possibilità di realizzarne un secondo .... teniamo sotto controllo il sito...) ed essendo indicato l'anno in corso come "Anno dei Giovani" sono state assegnate delle borse di studio, promosse dall'Assessorato delle Politiche per i Giovani, intitolate a Giuliano Baroni, che permetteranno a giovani talenti musicali Ferraresi di frequentare i corsi musicali della prestigiosa Berklee College of Music School che si terranno a Perugia questa estate, consegnate in occasione del concerto organizzato dalla Amministrazione Comunale e tenutosi al Parco Urbano il 21 giugno scorso.

Come tutte le Fondazioni che si rispettino, anche la "Julianeo" ha bisogno di supporto e sostegno ma in questo caso si tratta ESCLUSIVAMENTE di supporto e sostegno morale, artistico, la Fondazione chiede che chiunque abbia intenzione di "saperne di più” sull'argomento faccia una visita al sito ... in cui potrà trovare tutti i dettagli sul progetto e molto di più: potrà esprimere una opinione liberamente, semplicemente lasciando "un pensiero" od una "riflessione" su quanto disponibile e consultabile.

Con riferimento alle indicazioni del Sindaco riportate sopra, inoltre, è disponibile una breve descrizione sulla scelta del sito su cui erigere la struttura; oltre alle motivazioni emotive e quindi il luogo in cui Giuliano trascorse l'infanzia e la giovinezza e dove è conservata la memoria della sua esistenza attraverso coloro che lo hanno conosciuto, il sito ha molte valenze urbanistiche positive: l'opera va a caratterizzare il luogo elevandolo al rango di piazza, i parcheggi nelle adiacenze sono numerosi anzi superiori alle esigenze, possibilità di isolare la struttura nel momento della rappresentazione senza creare alcun disagio al traffico e ai residenti .

Questo è, o meglio dovrebbe essere, un esempio di come l'iniziativa privata possa sopportare e valorizzare le decisioni e gli intenti di una Amministrazione, in prospettiva di una naturale crescita culturale ed artistica della nostra città.

Lauro "L27"

Contatti : posta@julianeo.com
I diritti dei contenuti di questo sito appartengono ai rispettivi proprietari